verona
venerdì, 24 novembre 2017
Cerca          cerca documenti
 OggiOggi  NotizieNotizie    Storia Storia  ArchivioArchivio  GRUPPO SPORTIVOGRUPPO SPORTIVO  FotoFoto  ChatChat  <font color=red>Caselle</font>Caselle
Storia

Parrocchiale di S.Giorgio Parrocchiale di S.Giorgio
Politica e società Politica e società
Compagnie laicali Compagnie laicali
Patronato S.Giorgio (teatro) Patronato S.Giorgio (teatro)
Cappella di S.Agata in Campolongo Cappella di S.Agata in Campolongo
Cappella di S.Maria Madre di Dio al Bosco Cappella di S.Maria Madre di Dio al Bosco
Edicole sacre e capitelli Edicole sacre e capitelli
Villa Guarienti Villa Guarienti
Corti rurali Corti rurali
Edifici Pubblici Edifici Pubblici
Monumenti e Lapidi Monumenti e Lapidi
Toponomastica Toponomastica
Corsi d'acqua Corsi d'acqua
S.Giovanni in campagna S.Giovanni in campagna
Personaggi Personaggi

Ultime dal muro...
muro Foto Tarmassia Calcio 1999-2000
di F.G. - 17:55 (09/01/2017)
Buonasera, sto cercando foto relative al Tarmassia calcio della stagione 1999-2000 o forse 1998-99. L'annata dei ragazzi era 1989 categoria pulcini. Sarei grato a chi me le inviasse. a: info@tarmassia.it Cordiali saluti.
muro wipiyior
di Johne52 - 09:55 (27/09/2016)
Wow! This could be one particular of the most useful blogs We've ever arrive across on this subject. Actually Excellent. I'm also an expert in this topic so I can understand your hard work. fegdbdagfdeb
muro SOS foto sagra
di Stefano - 22:09 (29/06/2016)
Stiamo cercando foto della sagra di Tarmassia (anni '60-'70-'80-'90) per una mostra a settembre. Saremo grati a chi ce le inviasse a: info@tarmassia.it. Grazie!
archivio storico Scrivi sul muro!
Utenti collegati
Stanno visitando il sito 27 utenti
tarmassia.it

Con il pretesto dell'unificazione di Villafontana, Tarmassia rischia di perdere un pezzo importante della sua storia
Addio Campolongo?
di Giove


Nel 1883, l'abate di Isola, don Pietro Garzotti, scriveva: "... il Comune di Isola della Scala era debitore ai Marchesi di Malaspina di un resto di 1300 lire veronesi; e, per liberarsene affatto, vendette, ... la Giurisdizione di Talmassia".
Nel 1700 il Comune di Isola della Scala, ritornatone in possesso, fece le pratiche con la Veneta Signoria per alienare un'altra volta "la Campagna di Campolongo e la Giurisdizione di Talmassia", ma la vendita non ebbe effetto, benchè fosse già stato ottenuto il Decreto di approvazione dall’Eccellentissimo Senato il 15 Settembre 1696.
Il progetto ebbe invece il suo compimento l’8 Gennaio 1783, quando posta al pubblico incanto la Giurisdizione fu acquistata da certo Dottor Michele Franzini Nobile del Consiglio di Cefalonia, che si fregiava anche del titolo di Conte, a fronte di un esborso di 900 ducati.
Infine, il presule conclude sconsolato: "Notiamo, a scopo di storico confronto, quanto differenti non fossero i criteri della pubblica amministrazione nel secolo decimoquinto, da quelli del nostro".
Tarmassia, utilizzata come merce di scambio nel corso dei secoli per pagare i debiti del Comune di Isola della Scala, oggi rischia di perdere dei pezzi importanti della sua storia, con il pretesto dell'unificazione di Villafontana.
Infatti, se la motivazione è sacrosanta (i cittadini di Villafontana sono amministrati da tre comuni diversi), l'operazione burocratica minaccia di portarsi dietro ampie porzioni di territorio tarmassiano, come la corte Giusti al Bosco, corte Boschetto, la corte di Campolongo e la Pila della Culà, che nulla hanno a che fare con il problema Villafontana.
Quali sono le conoscenze del territorio e della storia che illuminano e guidano i politici regionali (e locali) quando tracciano linee di confine sulle carte geografiche? E i cittadini di Tarmassia che ruolo hanno in tutti questi processi decisionali?
Il territorio di Tarmassia e Campolongo è stato, nei secoli, un'unità amministrativa e religiosa che nessuno, fino ad ora, aveva mai pensato di dividere.
Lo sfruttamento sconsiderato del territorio (vedi cementificazione diffusa o cave di sabbia spacciate per bonifiche fondiarie) non hanno, per il momento, interessato questo angolo incontaminato di territorio sul quale preme, però, lo sviluppo dirompente del comune di Bovolone. L'opportunità di tutelare l'habitat ecologico del dosso di Campolongo (antico paleoalveo dell'Adige) è una scelta lungimirante, soprattutto adesso che ne è stato riconosciuto il grande valore ambientale e idrogeologico dal Piano d'Area Quadrante Europa. Fintanto che è rimasto dimenticato (o sconosciuto?) dall'Amministrazione isolana, ha conservato le sue qualità: merito o disinteresse che sia, a nostro avviso è meglio che continui ad dis-occuparsene il comune di Isola della Scala e non altri.
Il passaggio a sud della futura strada provinciale "Mediana" emargina di fatto, tagliandolo, un pezzo del nostro paese. A ciò si aggiungano le fastidiose conseguenze dell'insediamento (mai accettato dalla popolazione) di un centro di compostaggio rifiuti tra i più grandi del Veneto, sito in località Barchi.
Non vorremmo che a pagare le spese anche della questione di Villafontana, non sia ancora, come la storia purtroppo ci insegna, la frazione di Tarmassia.


Vedi anche:
 (Storia -> Corti rurali) "Corte dominicale Nogarola-Mocenigo a Campolongo"
 (Notizie -> Articoli secondari) "In Regione tre diversi progetti sui confini"

Torna indietro

Copyright © 2002 Credits. Tutti i diritti sono riservati.