verona
venerdì, 24 novembre 2017
Cerca          cerca documenti
 OggiOggi  NotizieNotizie    Storia Storia  ArchivioArchivio  GRUPPO SPORTIVOGRUPPO SPORTIVO  FotoFoto  ChatChat  <font color=red>Caselle</font>Caselle
Storia

Parrocchiale di S.Giorgio Parrocchiale di S.Giorgio
Politica e società Politica e società
Compagnie laicali Compagnie laicali
Patronato S.Giorgio (teatro) Patronato S.Giorgio (teatro)
Cappella di S.Agata in Campolongo Cappella di S.Agata in Campolongo
Cappella di S.Maria Madre di Dio al Bosco Cappella di S.Maria Madre di Dio al Bosco
Edicole sacre e capitelli Edicole sacre e capitelli
Villa Guarienti Villa Guarienti
Corti rurali Corti rurali
Edifici Pubblici Edifici Pubblici
Monumenti e Lapidi Monumenti e Lapidi
Toponomastica Toponomastica
Corsi d'acqua Corsi d'acqua
S.Giovanni in campagna S.Giovanni in campagna
Personaggi Personaggi

Ultime dal muro...
muro Foto Tarmassia Calcio 1999-2000
di F.G. - 17:55 (09/01/2017)
Buonasera, sto cercando foto relative al Tarmassia calcio della stagione 1999-2000 o forse 1998-99. L'annata dei ragazzi era 1989 categoria pulcini. Sarei grato a chi me le inviasse. a: info@tarmassia.it Cordiali saluti.
muro wipiyior
di Johne52 - 09:55 (27/09/2016)
Wow! This could be one particular of the most useful blogs We've ever arrive across on this subject. Actually Excellent. I'm also an expert in this topic so I can understand your hard work. fegdbdagfdeb
muro SOS foto sagra
di Stefano - 22:09 (29/06/2016)
Stiamo cercando foto della sagra di Tarmassia (anni '60-'70-'80-'90) per una mostra a settembre. Saremo grati a chi ce le inviasse a: info@tarmassia.it. Grazie!
archivio storico Scrivi sul muro!
Utenti collegati
Stanno visitando il sito 52 utenti
tarmassia.it

Corte dominicale Stiver-Marinelli a Zanon
di D. Gobbi

Nel 1568 Cristoforo Pontoni, su istanza di Gio. Batta Stiver, disegnava un progetto che prendeva lo scavo di un condotto diretto da Tarmassia verso le valli di Bovolone, che avrebbe poi preso il nome di condotto Stiver, con l’obbiettivo poi di irrigare e ridurre a risaia alcuni terreni del “supplicante”, posti all’estremità orientale del territorio di Tarmassia. Nello stesso disegno, sulla strada per Salizzole, e’ rappresentata la corte con casa padronale e un rustico ad archi all’interno della recinzione muraria, definita come “casa e fenile di messer Gio. Battista Stiver”.
La tenuta passo’ poi alla famiglia Mona, che nel 1628 vi possedeva 100 campi. Nel 1653 era titolare della “possessione con case da patron e da lavorente de c.60” Francesco Mona, figlio di Giovan Battista e residente in contrada veronese di Fratta. La corte e il fondo annesso vennero acquistati dagli Zonta, come e’ indicato in un disegno di Francesco Cuman del 1681, e nel 1696 erano intestati a Giovanni Battista Zonta, figlio di Francesco e residente a Verona in contrada Sant’Egidio. All’inizio del Setteccento, gli eredi di Giovanni Battista Zonta, vendettero il fondo ai Marinelli che risiedevano a Verona in contrada S. Eufemia. I Marinelli erano una famiglia di commercianti che ricavava la meta’ delle sue entrate dalla gestione di nove botteghe a Verona, ma che, nella prima meta’ del settecento, aveva rivolto i propri interessi verso l’investimento fondiario, favorita anche dall’eredità ricevuta da Giuseppe Carminati nel 1729 (90 campi di cui 68 con casa padronale a Piovezzano).
Complessivamente i fratelli Marc’Antonio, Giuseppe, Cristoforo, Gio. Domenico, figli di Giovanni, nel 1745 potevano contare sulla proprieta’ di 384 campi e su un’entrata di 1068 ducati.
La tenuta di Salizzole era formata da “una casa con orto e poca terra, una posta pecore, tre casotti, c.106 arativi vignati con morari, c.18 prativi e 16 garbi” per complessivi c. 140. I Marinelli conservarono la tenuta anche nel secolo successivo e nel 1849 troviamo Giovanni Marinelli proprietario e Marina Da Vico usufruttuaria del “frabbricato per azienda rurale” con 156 campi annessi. Poi la proprieta’ si fraziono’ e nel 1870 essa era intestata a Marina Da Vico, a Paolina Cipolla, vedova Marinelli, e a Sofia Marinelli, maritata Perez.
Un bel portale decorato a lesene da accesso alla corte, sul cui angolo sudorientale, si erge l’antica casa padronale a tre piani di sobrie forme cinquecentesche, mentre dal lato opposto sono dislocate le stalle egli altri edifici rustici. La stanza posteriore sinistra del piano terra della casa padronale e’ decorata con affreschi fatti eseguire da Giovanni Marinelli nel 1777. Entro riquadri separati da colonne ioniche, sono rappresentate gradevoli scene allegoriche e mitologiche.


fonti
Salizzole, storia, cultura e morfologia del territorio a cura di Remo Scola Gagliardi.



Altre foto correlate:

Vedi anche:
 (Archivio -> Cartografia) "1980 - Zanon, Zannone"
 (Archivio -> Racconti, leggende) "La gazega"
 (Storia -> Edicole sacre e capitelli) "Edicola del "Cristo de Zanon""
 (Storia -> Edicole sacre e capitelli) "Edicola a Zanon"

Torna indietro

Copyright © 2002 Credits. Tutti i diritti sono riservati.