verona
sabato, 18 novembre 2017
Cerca          cerca documenti
 OggiOggi  NotizieNotizie    Storia Storia  ArchivioArchivio  GRUPPO SPORTIVOGRUPPO SPORTIVO  FotoFoto  ChatChat  <font color=red>Caselle</font>Caselle
Storia

Parrocchiale di S.Giorgio Parrocchiale di S.Giorgio
Politica e società Politica e società
Compagnie laicali Compagnie laicali
Patronato S.Giorgio (teatro) Patronato S.Giorgio (teatro)
Cappella di S.Agata in Campolongo Cappella di S.Agata in Campolongo
Cappella di S.Maria Madre di Dio al Bosco Cappella di S.Maria Madre di Dio al Bosco
Edicole sacre e capitelli Edicole sacre e capitelli
Villa Guarienti Villa Guarienti
Corti rurali Corti rurali
Edifici Pubblici Edifici Pubblici
Monumenti e Lapidi Monumenti e Lapidi
Toponomastica Toponomastica
Corsi d'acqua Corsi d'acqua
S.Giovanni in campagna S.Giovanni in campagna
Personaggi Personaggi

Ultime dal muro...
muro Foto Tarmassia Calcio 1999-2000
di F.G. - 17:55 (09/01/2017)
Buonasera, sto cercando foto relative al Tarmassia calcio della stagione 1999-2000 o forse 1998-99. L'annata dei ragazzi era 1989 categoria pulcini. Sarei grato a chi me le inviasse. a: info@tarmassia.it Cordiali saluti.
muro wipiyior
di Johne52 - 09:55 (27/09/2016)
Wow! This could be one particular of the most useful blogs We've ever arrive across on this subject. Actually Excellent. I'm also an expert in this topic so I can understand your hard work. fegdbdagfdeb
muro SOS foto sagra
di Stefano - 22:09 (29/06/2016)
Stiamo cercando foto della sagra di Tarmassia (anni '60-'70-'80-'90) per una mostra a settembre. Saremo grati a chi ce le inviasse a: info@tarmassia.it. Grazie!
archivio storico Scrivi sul muro!
Utenti collegati
Stanno visitando il sito 53 utenti
tarmassia.it

Toponomastica di Tarmassia
84. DON GIUSEPPE ANDREOLI
di S.G.

84. DON GIUSEPPE ANDREOLI (via) [via don Andreoli]
1968, 21 dicembre - via don Giuseppe Andreoli

La via don Giuseppe Andreoli è la strada comunale che unisce la piazza san Giorgio con la via Vigne Bianche, sottraendo una parte del grande parco Guarienti.
Il nome alla via fu attribuito il 21 dicembre 1968 dal Consiglio Comunale di Isola della Scala ("Variazioni alla toponomastica cittadina") in memoria del parroco di Tarmassia, don Giuseppe Andreoli.
Riportiamo di seguito lo stralcio della delibera:

***

B) ATTRIBUZIONE DI NUOVI TOPONIMI AD AREE DI CIRCOLAZIONE ATTUALMENTE NON DENOMINATE
(omissis)
FRAZIONE TARMASSIA
N° 43 Estremi di percorrenza: Parte da Via Vigne Bianche, si dirige a sud-est e termina sulla Piazza san Giorgio. Denominazione proposta: Via Don Giuseppe Andreoli.
***




Giuseppe Andreoli nacque a Malcesine il 2 febbraio 1874, fu ordinato sacerdote il 13 agosto 1899; dopo il servizio di cooperatore a Monteforte, Porto di Legnago e Sommacampagna, giunse nel 1907 a Tarmassia, dove rimase per 42 anni .
Alto, magro, con cipiglio severo, indossava immancabilmente la talare e il tricorno neri; lo si vedeva talora fumare il sigaro, unico suo vizio; negli spostamenti d'estate si riparava con un ombrellino bianco. Era soprannominato "Pajalonga" per via del suo esile aspetto fisico.
Fu ostile al fascismo, tanto che sfidò il comitato locale ad arrestarlo pubblicamente dopo che invano cercarono di sciogliere l'Azione Cattolica, anche con azioni propagandistiche in chiesa. Si oppose alla fusione delle campane per fabbricar cannoni.
Conservatore e fustigatore di costumi puniva con richiami pubblici o facendo saltare l'anno catechistico alle ragazze che andavano in balera, che sfoggiavano gonne corte o abiti 'indecenti'; era contro l'ora legale.
Viene ricordato soprattutto per la sua estrema generosità, in tempi di grandi ristrettezze. Si racconta che donasse anche le sue scarpe.
Sua fu l'iniziativa per la costruzione del primo asilo infantile (poi demolito per ragioni di viabilità negli anni '60), progetto al quale profuse tutti i suoi risparmi. 
Nel 1923 fece ridipingere l'interno della chiesa con nuovi motivi ornamentali e alcune coppie d'angeli.
Nell'aprile del 1927 fece montare un nuovo concerto di sei campane.
La sua 'famiglia' era composta dalla perpetua Giuseppina, soprannominata "Ciopeta", un trovatello di nome Silvietto e un gatto bianco e nero.
Nel 1938 si ammalò e fu allora che la Curia mandò a coadiuvarlo don Luigi Cavaliere, suo futuro successore.
Muore a Tarmassia il 19 giugno 1949, ora riposa presso il cimitero del paese.



"Voialtri avete una famiglia, ma la mia famiglia è tutta la parrocchia e non devo trascurare nessuno".
"Come? – diceva lui – Io ho una responsabilità tanto grande: ho da rendere conto di tutto il gregge che mi ha affidato".

Dalle testimonianze dei parrocchiani. 17.01.05


Vedi anche:
 (Archivio -> Racconti, leggende) "Ricordi e testimonianze su don Giuseppe Andreoli"

Torna indietro

Copyright © 2002 Credits. Tutti i diritti sono riservati.