verona
mercoledì, 22 novembre 2017
Cerca          cerca documenti
 OggiOggi  NotizieNotizie    Storia Storia  ArchivioArchivio  GRUPPO SPORTIVOGRUPPO SPORTIVO  FotoFoto  ChatChat  <font color=red>Caselle</font>Caselle
Storia

Parrocchiale di S.Giorgio Parrocchiale di S.Giorgio
Politica e societā Politica e societā
Compagnie laicali Compagnie laicali
Patronato S.Giorgio (teatro) Patronato S.Giorgio (teatro)
Cappella di S.Agata in Campolongo Cappella di S.Agata in Campolongo
Cappella di S.Maria Madre di Dio al Bosco Cappella di S.Maria Madre di Dio al Bosco
Edicole sacre e capitelli Edicole sacre e capitelli
Villa Guarienti Villa Guarienti
Corti rurali Corti rurali
Edifici Pubblici Edifici Pubblici
Monumenti e Lapidi Monumenti e Lapidi
Toponomastica Toponomastica
Corsi d'acqua Corsi d'acqua
S.Giovanni in campagna S.Giovanni in campagna
Personaggi Personaggi

Ultime dal muro...
muro Foto Tarmassia Calcio 1999-2000
di F.G. - 17:55 (09/01/2017)
Buonasera, sto cercando foto relative al Tarmassia calcio della stagione 1999-2000 o forse 1998-99. L'annata dei ragazzi era 1989 categoria pulcini. Sarei grato a chi me le inviasse. a: info@tarmassia.it Cordiali saluti.
muro wipiyior
di Johne52 - 09:55 (27/09/2016)
Wow! This could be one particular of the most useful blogs We've ever arrive across on this subject. Actually Excellent. I'm also an expert in this topic so I can understand your hard work. fegdbdagfdeb
muro SOS foto sagra
di Stefano - 22:09 (29/06/2016)
Stiamo cercando foto della sagra di Tarmassia (anni '60-'70-'80-'90) per una mostra a settembre. Saremo grati a chi ce le inviasse a: info@tarmassia.it. Grazie!
archivio storico Scrivi sul muro!
Utenti collegati
Stanno visitando il sito 43 utenti
tarmassia.it

Toponomastica di Tarmassia
2. PĀRMALA
di S.Gobbi

2. PĀRMALA [la Pārmala]
45.260177 | 11.071837


VIS 1245, Item quinque canpos terre ad palmolam. De uno latere presbiter, de alio Bartolomeus.
TES 1435, palmala [B.tho. q.da Iacobi de palmala p.tiis buduloni districtus Xone]
TES 1436,
Iacobi de Palmala pertinentiis Buduloni
1574,
Premala
AP 1575,
Parmala [Agnola de la]
1581, Premalo (Musei Vaticani, Galleria Carte Geografiche di Egnazio Danti)
AP 1618 Parmalla/Palmara
AP 1628
Parmala [Giacomo di Catilani di]
1628, Ponte di Parmala
1700ca, Premale
IGM 1866, Permala, Casoni di Permala.


Antica localitā situata all'estremo confine meridionale di Tarmassia con il Comune di Bovolone, peraltro abbastanza ricorrente nei documenti; benchč nel 1245 sia citata fra le terre viscontee soggette alla curia della villa di Tarmassia, giā a partire dalla prima metā del '400 č sistematicamente specificato nei documenti appartenere alla giurisdizione del comune di Bovolone; la cura d'anime, invece, č esercitata ininterrottamente fino ai giorni nostri dalla chiesa di S.Giorgio.

La Parmala si situa fra le localitā della Novarina/Marangola e il Gesiolo/Le Fabbriche (Bovolone). Nel 1245 una delle coerenze della Parmala č proprio un presbitero, da cui si giustificano le localitā Le Gesiole ("terre della chiesa") e Le fabbriche ("della fabbriceria della chiesa"), riferentesi al beneficio parrocchiale della chiesa di Bovolone.

Dal 1579 nei libri canonici di Tarmassia si iniziano a registrare i cognomi Parmala e Parmaloti. Alcuni di questi risiedono alla Parmala, altri presso la vicina localitā della Novarina, e quindi i
l cognome parrebbe derivato proprio dal nome della localitā.

Il toponimo ha subito un rotacismo in etā moderna e una variante minore con metatesi -a-/-r- per omofonia con 'prā', quest'ultima variante perō non prevalente.


D. Olivieri in TV (1961) su l'omonimo Parmala di Negrar (VR), intende par- = 'p r a t a -', + 'mala' = 'prati poco produttivi, 'cattivi'' (vedi, per analogia di costrutto, i veronesi: Pezzamala, Zevio - Calmal, Costermano - Rumala, Fumane - Vaggimal, S.Anna d'Alfaedo, ecc.).


In realtā, la prima attestazione chiarisce bene che il nome appartiene alla vasta schiera degli odonimi: dalla definizione di pālmola (Vocabolario della lingua italiana, Treccani): lat. palmula, dim. di palma = "forca o ramo a pių denti o rebbi per ammucchiare paglia, strame, ecc.", conferito alla localitā evidentemente in ordine alla forma planimetrica dell'incrocio stradale (a tal proposito, vedasi l'estratto di mappa allegato (Seconda revisione militare, governo austriaco 1818) che ben rappresenta il trivio.
Similmente, le voci latine "crux" e "furca" che traggono spunto dalla cultura materiale, furono frequentemente utilizzate 
per descrivere le intersezioni stradali.

Nel nostro caso, le vie si dipartono con andamento obliquo come i rebbi di una forca medievale.






NO
Forse da palma, pianta a foglie larghe, o dal diminutivo di palmum, unitā di misura medievale ('un piccolo palmo').
Forse (ma č un azzardo) da una base pala ('cima', 'costa') e determinante mala ('montagna', qui da intendersi come microrilievo, 'altura'),  derivanti entrambi, come riferisce l'Enciclopedia Italiana Treccani, da un sostrato etnico-linguistico antico e assai diffuso in Italia e in tutta l'area mediterranea [*palamala, con caduta, dopo la fusione, della -a atona e successivo rotacismo].

G.B. Pellegrini nella sua Toponomastica Italiana, invece, intravede radici latine e non preromane, estraendo pala da terra pabula 'terra da pascolo', che diventa anche solo pala 'pendio prativo', termine diffuso nell'area alpina, soprattutto orientale (Pale, Palon, Pala, ecc.). *Mal-/*mel- che, sempre secondo P., sta per 'colle' in etā preromana. Nell'odierna accezione del termine pala (pala, pale, pales, ecc.), si intende 'un pendio erboso dove si sfalcia, ma non si pascola'.
Altra ipotesi, mala da miliarium, coltivazione di miglio, sostenuta dall'Olivieri per diverse localitā venete, quindi qui 'prati di miglio'.

NO


L'etimo č oscuro.
Un'ipotesi, formulata per Pālmoli (Ch) (Palmulam a. 1150-1568) in Dizionario di Toponomastica (UTET), lo farebbe dipendere dalla voce medievale palmes ('tralcio di vite'): un chiaro riferimento quindi ad un campo vitato; oppure, derivato da palmus (misura agraria) da cui i derivati in -ula e -ulus; l'etimo sarebbe quindi "un palmo di terra".



Sebbene i lemmi pala e mala possano riferirsi ad un sostrato prelatino mediterraneo abbastanza diffuso e alla base di numerosi toponimi, si puō anche postulare un'origine medievale da pa(bu)la mala, ovvero 'prati aridi, scarsamente fertili' 'magri'. In tal senso, la variante minore Premala/e, se non č una corruzione postuma, parrebbe sostenerne la tesi.


Torna indietro

Copyright Š 2002 Credits. Tutti i diritti sono riservati.