verona
domenica, 19 novembre 2017
Cerca          cerca documenti
 OggiOggi    Notizie Notizie  StoriaStoria  ArchivioArchivio  GRUPPO SPORTIVOGRUPPO SPORTIVO  FotoFoto  ChatChat  <font color=red>Caselle</font>Caselle
Notizie

Articolo di testa Articolo di testa
L'Arena, il giornale di Verona L'Arena, il giornale di Verona
Articoli secondari Articoli secondari
Editoriali Editoriali
Avvisi e appuntamenti Avvisi e appuntamenti
El Bancheto El Bancheto
L'Esperto L'Esperto

Ultime dal muro...
muro Foto Tarmassia Calcio 1999-2000
di F.G. - 17:55 (09/01/2017)
Buonasera, sto cercando foto relative al Tarmassia calcio della stagione 1999-2000 o forse 1998-99. L'annata dei ragazzi era 1989 categoria pulcini. Sarei grato a chi me le inviasse. a: info@tarmassia.it Cordiali saluti.
muro wipiyior
di Johne52 - 09:55 (27/09/2016)
Wow! This could be one particular of the most useful blogs We've ever arrive across on this subject. Actually Excellent. I'm also an expert in this topic so I can understand your hard work. fegdbdagfdeb
muro SOS foto sagra
di Stefano - 22:09 (29/06/2016)
Stiamo cercando foto della sagra di Tarmassia (anni '60-'70-'80-'90) per una mostra a settembre. Saremo grati a chi ce le inviasse a: info@tarmassia.it. Grazie!
archivio storico Scrivi sul muro!
Utenti collegati
Stanno visitando il sito 42 utenti
tarmassia.it

ISOLA DELLA SCALA / L’amministrazione Montalto ha creato un organismo interno per organizzare la rassegna 2002 in attesa della costituzione della società di gestione, il cui statuto è stato approvato nel consiglio di giovedì 18 aprile
Un comitato per la Fiera del Riso
Primo Giornale - 24 aprile 2002

La “Fiera del riso” 2002 sarà organizzata da un apposito Comitato, in attesa della nascita dell’ente fiera, che sarà una Srl aperta anche a privati.

La novità dell’esistenza di un “Comitato per la fiera del riso” è emersa nel consiglio comunale di giovedì 18 aprile, a Isola della Scala, quando l’assessore al commercio Alberto Fenzi ha introdotto il punto che ha portato l’aula ad approvare la costituzione della “Srl”. In pratica, il “Comitato Fiera del riso” è stato creato in tutta velocità dall’amministrazione comunale mercoledì 17 per evitare che i ritardi della costituzione del futuro ente fiera facciano saltare l’edizione 2002 della rassegna che si terrà come sempre tra fine settembre ed i primi di ottobre. Un pericolo esistente, visto che solitamente i precedenti organizzatori (la rassegna era affidata alla Pro loco) iniziavano ad occuparsi della nuova edizione già ad inizio anno, mentre stavolta resta tutto da fare, e questo con in corso anche un cambio di “gestione”.

Se, infatti, lo statuto di quello che sarà il nuovo ente fiera è stato approvato giovedì 18, i tempi di costituzione della società rimangono un dubbio. Nello stesso consiglio di giovedì 18 aprile sono ancora affiorate le perplessità dell’opposizione sull’ampiezza dello scopo sociale della “Srl” proposta per la gestione della Fiera del Riso. Ma alle richieste dell’opposizione di focalizzare meglio i fini sociali, hanno fatto da contraltare le istanze dell’assessore al commercio Alberto Fenzi, che ha voluto ricordare come opportuno sia lasciare ampia autonomia alla società a responsabilità limitata. «Tanto più che il marchio della Fiera del Riso è stato registrato a nome del Comune, e non della società», ha ravvisato l’assessore.

Nessuna obiezione invece sulla forma societaria scelta, la società a responsabilità limitata che si presentava un po’ come una scelta a senso unico. In verità, vi era anche la possibilità di istituire una Spa, ma questo avrebbe richiesto un capitale sociale ben maggiore. L’ipotesi comunque poteva suonare come appetibile una volta che si è dovuto affrontare il problema se sarebbe stato legale istituire una “Srl” nonostante lo statuto comunale preveda che il Comune può entrare in società che siano solo “Spa”. Ma evidentemente tale testo non è stato interpretato in modo restrittivo.

La società sarà partecipata dal Comune al 95%, e solo il 5% sarà di privati. «Abbiamo dovuto aprire la porta a un minimo di partecipazione al capitale sociale da parte di altri soci - ha detto Fenzi - altrimenti diveniva una società a responsabilità illimitata». Il commercialista Mirandola ha notato come manchino ancora regole precise sulle modalità di acquisizione delle azioni dai parte dei privati e come manchino le regole di rappresentanza del Comune nel consiglio di amministrazione dell’ente (quanti amministratori spettano di nomina alle minoranze e quanti alla maggioranza). Fenzi ha ribattuto come tali problematiche siano da affrontare al di fuori del problema statuto, che comunque si rivela un primo passo verso il passaggio della gestione della Fiera dalla Pro loco a un altro ente.

Per quest’anno, comunque, non sarà la costituenda società a responsabilità limitata a gestire la fiera, ma ci penserà il Comitato apposito nato mercoledì 17. Un Comitato che dovrà prendere ogni decisione in sede congiunta e di cui fanno parte lo stesso assessore Fenzi; Roberto Bonfante, dipendente del Comune che si occuperà degli adempimenti tecnici; Fiorenza Lamberti, consigliere di maggioranza; l’assessore all’urbanistica Marco Trevisani; e Roberto Cristofoli come rappresentante dei commercianti.

«Vogliamo avere sotto controllo tutta la parte amministrativa e fiscale», precisa l’assessore Fenzi. E questo, anche per un problema di trasparenza, visto quanto avvenuto con l’ultima edizione della manifestazione, finita in denunce alla Procura ed inchieste amministrative e giudiziarie per la gestione e la vendita degli stand.

Giampietro Falsiroli
fonte: www.primoweb.it


Torna indietro

Copyright © 2002 Credits. Tutti i diritti sono riservati.