verona
lunedì, 20 novembre 2017
Cerca          cerca documenti
 OggiOggi    Notizie Notizie  StoriaStoria  ArchivioArchivio  GRUPPO SPORTIVOGRUPPO SPORTIVO  FotoFoto  ChatChat  <font color=red>Caselle</font>Caselle
Notizie

Articolo di testa Articolo di testa
L'Arena, il giornale di Verona L'Arena, il giornale di Verona
Articoli secondari Articoli secondari
Editoriali Editoriali
Avvisi e appuntamenti Avvisi e appuntamenti
El Bancheto El Bancheto
L'Esperto L'Esperto

Ultime dal muro...
muro Foto Tarmassia Calcio 1999-2000
di F.G. - 17:55 (09/01/2017)
Buonasera, sto cercando foto relative al Tarmassia calcio della stagione 1999-2000 o forse 1998-99. L'annata dei ragazzi era 1989 categoria pulcini. Sarei grato a chi me le inviasse. a: info@tarmassia.it Cordiali saluti.
muro wipiyior
di Johne52 - 09:55 (27/09/2016)
Wow! This could be one particular of the most useful blogs We've ever arrive across on this subject. Actually Excellent. I'm also an expert in this topic so I can understand your hard work. fegdbdagfdeb
muro SOS foto sagra
di Stefano - 22:09 (29/06/2016)
Stiamo cercando foto della sagra di Tarmassia (anni '60-'70-'80-'90) per una mostra a settembre. Saremo grati a chi ce le inviasse a: info@tarmassia.it. Grazie!
archivio storico Scrivi sul muro!
Utenti collegati
Stanno visitando il sito 55 utenti
tarmassia.it

ISOLA DELLA SCALA / L’amministrazione alle prese con i problemi legati allo smaltimento delle immondizie. Prima la lettera di protesta di 15 aziende su presunti aumenti dovuti al passaggio da tassa a tariffa. Poi l’appalto per il nuovo gestore
Rifiuti, da marzo si cambia raccolta
Primo Giornale - 26 marzo 2003



Il tema rifiuti sembra non far dormire gli amministratori isolani. Dopo

la lettera di protesta di ben 15 aziende sul costo della nuova “tariffa”

per la raccolta dei rifiuti, e l’incontro ai primi di gennaio con le ditte

“in rivolta”, l’amministrazione Montalto è oggi alle prese con un

nuovo fronte: il cambio di gestione del servizio di raccolta differenziata,

affidato da marzo alla ditta “Serit Srl”.

Il “mese dei rifiuti” è iniziato a primi di gennaio con una

lettera, firmata da quindici imprese del territorio, spedita all’amministrazione

per avere delucidazioni sul perché si devono pagare così

alte tasse sui rifiuti. «Tutta la nostra spazzatura è conferita

come rifiuto speciale - spiega Giovanna Totolo del tomaificio “2G” - tuttavia

dobbiamo pagare un’imposta per i rifiuti normali che è quasi dieci

volte quella dell’anno scorso. E senza godere del servizio di raccolta,

visto che nessuno viene a prendere la nostra spazzatura. È mai possibile?».

L’assessore all’ecologia Giovanni Miozzi dribbla le lamentele: «Innanzitutto

non è vero che tutti hanno ravvisato un aumento dell’imposta sui

rifiuti: a volte questo è diminuito e comunque al massimo non è

aumentato più del 35%. Inoltre, stiamo controllando perché

qualcuno ha dichiarato il falso».

Le aziende che hanno sottoscritto la lettera di protesta sono state

sentite una per volta, non tutte insieme, e questo da alcuni imprenditori

non è stato gradito. Ad ogni modo, con la retroattività della

legge Ronchi, è pacifico che il magazzino e gli uffici di un’azienda

siano soggetti alla tassazione comune sui rifiuti. È invece più

controversa la verifica effettuata sul campo delle metrature tassate. «Avremmo

gradito un’analisi più precisa, anche perché solo in questo

modo sarebbe possibile avere riscontro sulle tasse - ha puntualizzato un

firmatario della lettera -. Tanto più che la spazzatura non è

stata raccolta dal Comune o da chi per lui nel corso del 2002».

Chiusa la parentesi con le aziende, l’amministrazione ha aperto quella

sul rinnovo dell’appalto per il servizio di raccolta rifiuti. Dal primo

marzo partirà, infatti, il nuovo gestore.

La stessa amministrazione ha più volte segnalato «un uso

improprio dei punti ecologici da parte di alcuni cittadini», i quali

dal canto loro si difendono sostenendo l’inefficienza del servizio in termini

di puntualità o di disponibilità (vedi articolo a fianco).

Fermo restando che «l’attuale sistema di conferimento (un passaggio

alla settimana per la frazione secca, due per quella umida) si protrarrà

fino al 28 febbraio per motivi di carattere organizzativo», la ditta

“Serit srl” garantirà da marzo nuovi servizi.

«Innanzitutto, l’istituzione di un numero verde per lo smaltimento

dei beni durevoli e di altri rifiuti ingombranti - specifica l’assessore

all’ecologia Giovanni Miozzi - poi la loro presenza in paese almeno 4 giorni

a settimana, visto che il centro abitato verrà diviso in due aree,

e per ogni area saranno definiti giorni differenti di raccolta».

Saranno affidati idonei calendari alla cittadinanza, così da segnalare

i giorni di raccolta, mentre bar, ristoranti, condomini e scuole verranno

forniti di cassonetti e bidoni. Intanto si insiste sulla presenza di 33

punti ecologici, stavolta definitivamente ultimati, per la raccolta di

medicinali scaduti, pile, plastica, vetro e carta.

Giampietro Falsiroli


fonte: www.primoweb.it


Torna indietro

Copyright © 2002 Credits. Tutti i diritti sono riservati.