verona
venerdì, 24 novembre 2017
Cerca          cerca documenti
   Oggi Oggi  NotizieNotizie  StoriaStoria  ArchivioArchivio  GRUPPO SPORTIVOGRUPPO SPORTIVO  FotoFoto  ChatChat  <font color=red>Caselle</font>Caselle
Oggi

Gruppi e Associazioni Gruppi e Associazioni
Artisti  Artisti
Eventi Eventi

Ultime dal muro...
muro Foto Tarmassia Calcio 1999-2000
di F.G. - 17:55 (09/01/2017)
Buonasera, sto cercando foto relative al Tarmassia calcio della stagione 1999-2000 o forse 1998-99. L'annata dei ragazzi era 1989 categoria pulcini. Sarei grato a chi me le inviasse. a: info@tarmassia.it Cordiali saluti.
muro wipiyior
di Johne52 - 09:55 (27/09/2016)
Wow! This could be one particular of the most useful blogs We've ever arrive across on this subject. Actually Excellent. I'm also an expert in this topic so I can understand your hard work. fegdbdagfdeb
muro SOS foto sagra
di Stefano - 22:09 (29/06/2016)
Stiamo cercando foto della sagra di Tarmassia (anni '60-'70-'80-'90) per una mostra a settembre. Saremo grati a chi ce le inviasse a: info@tarmassia.it. Grazie!
archivio storico Scrivi sul muro!
Utenti collegati
Stanno visitando il sito 51 utenti
tarmassia.it

ISOLA DELLA SCALA. I bellissimi rapaci vivono tranquilli da una settimana sugli alberi nel cortile delle elementari di Tarmassia
Otto gufi tra i compagni di scuola
di l“Arena - domenica, 3 febbraio 2002

Isola della Scala. Se è vero che vedere un gufo porta fortuna, in questi giorni ad essere baciati dalla dea bendata sono gli alunni della scuola elementare di Tarmassia: otto bellissimi rapaci sono infatti appollaiati sugli alberi del cortile della loro scuola, ben mimetizzati grazie al loro colore bruno a macchie scure, tra i rami spogli degli olmi e tra quelli sempreverdi dei pini. Da una settimana trascorrono lì le loro giornate, per niente intimoriti dalla curiosità e dalle attenzioni dei bambini o infastiditi dal passaggio delle automobili. La loro presenza è argomento di studio e di conversazione tra i piccoli studenti, che da quando li hanno visti pongono molte domande e avanzano ipotesi di risposta, come: «Non capisco perché stanno sugli alberi spogli, tra i rami dei pini non starebbero più caldi?». «Che cosa mangiano e dove trovano da mangiare?».
«Secondo me vanno via alla sera e tornano la mattina, quando arriviamo sono già lì». «Loro non hanno paura, ma io quando ne ho visto uno che muoveva le ali per volare mi sono un po' spaventata, perché la maestra ha detto che sono carnivori». «Ce ne sono di grandi e di piccoli, forse sono i figli». «Un buon motivo per stare sugli alberi sarebbe fare il nido».
Invece i gufi, animali notturni e solitari che per nidificare sfruttano di solito cavità naturali, sembrano stare lì per assistere alle lezioni da lontano, quasi a conferma delle doti di sapienza che vengono loro attribuite, ognuno su un albero diverso, con lo sguardo rivolto verso l'interno delle aule e reso più attento dai ciuffetti di penne sopra gli occhi. «Sono ormai cinque o sei anni che tornano in questa stagione», riferiscono le maestre, «si fermano un paio di mesi e poi ripartono. All'inizio ce n'erano solo due, poi sono andati via via aumentando».
«Perché hanno portato con loro la prole», spiega Paola Monelli, responsabile del centro recupero rapaci della Lipu, Lega italiana protezione uccelli che ha sede a Verona in Circonvallazione Oriani (telefono 045.8034311); «il fatto che si siano moltiplicati significa che hanno trovato nei dintorni un habitat adatto. Se tornano è perché i loro piccoli spostamenti sono legati al fatto di trovare cibo, soprattutto topi (questo inverno freddo è stato un periodo di carestia), e sono legati alla ricerca di una zona sicura dove insegnare ai piccoli a volare. Inoltre, se hanno scelto quella zona, vuol dire che è abbastanza incontaminata, non si fa molto uso di pesticidi, perché i gufi evitano i posti dove si fanno trattamenti con i veleni. La maggior parte dei rapaci che noi curiamo rivelano sintomi di avvelenamento. Tra poco inizia per loro la stagione degli amori, l'anno prossimo probabilmente saranno in sedici o venti».
Mariella Falduto















Vedi anche:
 (Oggi -> Artisti ) "Rodolfo Zandoną"

Torna indietro

Copyright © 2002 Credits. Tutti i diritti sono riservati.