verona
venerdì, 24 novembre 2017
Cerca          cerca documenti
 OggiOggi  NotizieNotizie    Storia Storia  ArchivioArchivio  GRUPPO SPORTIVOGRUPPO SPORTIVO  FotoFoto  ChatChat  <font color=red>Caselle</font>Caselle
Storia

Parrocchiale di S.Giorgio Parrocchiale di S.Giorgio
Politica e società Politica e società
Compagnie laicali Compagnie laicali
Patronato S.Giorgio (teatro) Patronato S.Giorgio (teatro)
Cappella di S.Agata in Campolongo Cappella di S.Agata in Campolongo
Cappella di S.Maria Madre di Dio al Bosco Cappella di S.Maria Madre di Dio al Bosco
Edicole sacre e capitelli Edicole sacre e capitelli
Villa Guarienti Villa Guarienti
Corti rurali Corti rurali
Edifici Pubblici Edifici Pubblici
Monumenti e Lapidi Monumenti e Lapidi
Toponomastica Toponomastica
Corsi d'acqua Corsi d'acqua
S.Giovanni in campagna S.Giovanni in campagna
Personaggi Personaggi

Ultime dal muro...
muro Foto Tarmassia Calcio 1999-2000
di F.G. - 17:55 (09/01/2017)
Buonasera, sto cercando foto relative al Tarmassia calcio della stagione 1999-2000 o forse 1998-99. L'annata dei ragazzi era 1989 categoria pulcini. Sarei grato a chi me le inviasse. a: info@tarmassia.it Cordiali saluti.
muro wipiyior
di Johne52 - 09:55 (27/09/2016)
Wow! This could be one particular of the most useful blogs We've ever arrive across on this subject. Actually Excellent. I'm also an expert in this topic so I can understand your hard work. fegdbdagfdeb
muro SOS foto sagra
di Stefano - 22:09 (29/06/2016)
Stiamo cercando foto della sagra di Tarmassia (anni '60-'70-'80-'90) per una mostra a settembre. Saremo grati a chi ce le inviasse a: info@tarmassia.it. Grazie!
archivio storico Scrivi sul muro!
Utenti collegati
Stanno visitando il sito 70 utenti
tarmassia.it

Cenni storici sul complesso monumentale

Villa Guglienzi-Guarienti

tarmassiaonline

Villa Guglienzi-Guarienti

La villa e' un complesso monumentale costituito dal palazzo, dalle case dei contadini, dai rusticali, dalla corte e dal parco, ricco di platani, cedri, ippocastani, abeti e betulle.
Fu costruita, come risulta da un'epigrafe sulla facciata e da un'altra all'interno, nel 1574 da Giovan Paolo Guglienzi e ampliata e resa piu' accogliente nel 1715 dai fratelli Bonaventura ed Alessandro.
I Guarienti ne divennero proprietari nel corso del '700 per matrimonio con una Guglienzi della quale si conserva l'effigie nel bel mezzobusto in pietra collocato a metà dello scalone. Il latifondo, incamerato dai Guarienti, era di una certa consistenza come apprendiamo dalla denuncia d'estimo inoltrata da Bonaventura Guglienzi, della contrà di Ferraboi di Verona, nel 1653. Risulta infatti di "... campi aradori et arte con vigne circa 400, da qualli si raccoglie in una poca parte frumentazzo, nel resto grana e segalla. Campi di campagna et boschivi circa 100, da quali si cava poca o niuna rendita. Campi prativi, pascolivi e valivi circa 100, li quali, eccetto 20 in circa, si danno in godimento a laorenti che coltivano le terre aradore". Tali laorenti sono: "Agustin Beolco con due versori; Bartolamio e filioli Pasini, con due versori; Zuanne Cugolotto, con due versori; Francesco Manfre et Matheo Pasini, con due versori parte con bovi et parte con vache." La rendita complessiva ammonta a 800 ducati, cui si aggiungono 25 ducati a titolo di compartecipazione alla Decima di Tarmassia (A.S.VR., Antichi Estimi Provvisori, polizze del 1653, reg. 29, c. 5).
Nell'estimo del 1754, di Alessandro Guglienzi, la rendita è salita a ducati 1494. Per inflazione forse, ma anche per nuovi acquisti di terreni operati nel frattempo come è espressamente dichiarato. Una rendita limitata rispetto ad altre di nobili veronesi che superavano i 10.000 ducati, ma tale da garantire una certa agiatezza e senza possibilità di raffronto con quella delle classi subalterne se pensiamo che ad esempio un bracciante della corte Maffei di Isola Rizza figura aver percepito, due decenni prima, 17 ducati per 118 giornate lavorative.
Lo stemma di famiglia è rappresentato da un toro in posizione araldica attraversato da una banda obliqua con tre stelle a cui si accompagna, talora, il motto latino "Recte et fortiter", riportato anche sugli stipiti delle porte al piano nobile della Villa.
La Corte, denominata Vallona, eccezionalmente vasta, separa l'abitazione padronale, con il prolungamento della casa del fattore (gia' serra per i cedri) e di quelle dei contadini, dai rustici. I due corpi si affrontano a grande distanza formando i due lati minori di un rettangolo i cui lati maggiori sono dati da due muri continui; all'estremita' di questi si aprono le porte di comunicazione al parco ed ai campi. In effetti, quella dei Guarienti può essere definita corte solo impropriamente. Ciò perchè la proprietà che ad essa afferiva risultò sempre smembrata in piccole laorenzie periferiche e, di conseguenza, non vi troviamo le strutture sussidiarie che caratterizzarono la corte come centro economico e sociale.
Le quattro porte di accesso alla corte sono sormontate da piramidi tronche.
Le facciate della villa conservano in gran parte l'intonaco cinquecentesco ed alcuni particolari, come la gradinata ed i pavimenti delle stanze, risalgono ad interventi ottocenteschi.
Il parco, un tempo, si estendeva su circa 10 campi, ora e' stato ridotto ad un terzo.
Davanti il fronte principale, esisteva un rifugio sotterraneo usato durante la seconda guerra, il cui soffitto crollò qualche decennio fa per il passaggio di un automezzo pesante.
Vi rimangono ancora tracce della vecchia ghiacciaia. Un'altra ghiacciaia si trovava dove ora è casa Mantovani, vicino la strada provinciale, al di sotto di una montagna di terra che, un tempo era ricompresa nel parco.
L'interno del palazzo è costituito da un ampio salone centrale dal quale si accede direttamente alle stanze laterali e, tramite un elegante scala, al primo piano. Alle pareti si notano ritratti dei Guarienti, dei Guglienzi, dei Castelnovo delle Lanze, dei Campagna. Anche la suppellettile e il mobilio conservano impronte dei Castelnovo: cosi' la biblioteca, costituita principalmente da libri francesi del Sette e Ottocento.
Nella Villa e' custodito l'archivio di famiglia e dei Guglienzi. Al terzo livello dell'edificio, si trova la residenza degli attuali eredi.
L'estensione del fondo Guarienti, nel secolo scorso di 117 ettari, oggi si e' ridotto a 50. Nel settecento il fondo risulta diviso in varie possessioni: quella di "Malpasso" lavorata con due versori da Andrea Marcantonio, quella della "Pila" da Antonio e fratelli Perobelli, quella del "Tormene di sotto" da Iseppo Turella, quella del "Tormene di Sopra" da Giacomo Travaggin, quella della "Vallona" da Zuane e fratelli Baroni e quella delle "Bordone". Tutte quante sono piantate con vigne e morari.
Di proprieta' dei Guarienti vi erano anche una casa "ad uso osteria, tre casette affittate, cinque casotti pure affittati e una casa in muro con poca terra ad uso del pastor" (A.S.VR., Antichi Estimi Provvisori, polizze del 1745, reg. 120, c. 56).
E' uno squarcio che ci fa intravedere l'aspetto urbanistico di Tarmassia.


Bibliografia:

  • Bruno Chiappa, Mario Modena, "Isola della Scala", Edizioni "Vita Veronese", Verona, 1966;
  • Bruno Chiappa, "Antiche corti rurali nel Comune di Isola della Scala", Verona;
  • CSR (http://www.csrnet.it), Filippo Facincani, 2003;
  • www.tarmassia.it, tarmassiaonline, 2002/4;


Altre foto correlate:
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti
Villa Guglienzi-Guarienti

Vedi anche:
 (Storia -> Parrocchiale di S.Giorgio) "S.Giorgio di Tarmassia"
 (Archivio -> Libri) "1965 - Cenni storici"
 (Archivio -> Libri) "Corte Guglienzi-Guarienti"
 (Archivio -> Documenti) "1932, 9 ottobre - Lettera alla Contessa Costanza Filiasi in Castelnovo"
 (Archivio -> Cartografia) "1815 - Il centro di Tarmassia"
 (Archivio -> Libri) "1975 - Villa Guarienti"
 (Archivio -> Libri) "2003 - Villa Guarienti"
 (Archivio -> Documenti) "1584 Tarmasia - Giurisdizione"
 (Archivio -> Documenti) "1501 - Tarmasia Compagnie"
 (Archivio -> Documenti) "1562 - Tarmasia Paroco"
 (Archivio -> Documenti) "1611 - Tarmasia Decima"
 (Archivio -> Documenti) "1785 - Investitura di Xma vescovile"
 (Archivio -> Libri) "2002 - La proprietà agraria nel '500"
 (Notizie -> Editoriali) "La Villa di Tarmassia in età moderna - Sagra de l'Anara pitanara"

Torna indietro

Copyright © 2002 Credits. Tutti i diritti sono riservati.