verona
lunedì, 20 novembre 2017
Cerca          cerca documenti
 OggiOggi  NotizieNotizie  StoriaStoria    Archivio Archivio  GRUPPO SPORTIVOGRUPPO SPORTIVO  FotoFoto  ChatChat  <font color=red>Caselle</font>Caselle
Archivio

Documenti Documenti
Manuale per la Chiesa di S.Giorgio martire di Tarmassia 1870 Manuale per la Chiesa di S.Giorgio martire di Tarmassia 1870
Visite pastorali Visite pastorali
Testamenti Testamenti
Archivio Parrocchiale Archivio Parrocchiale
Libri Libri
Giornali Giornali
Giornali 2 Giornali 2
Filastrocche Filastrocche
Cartografia 2 Cartografia 2
alberi genealogici alberi genealogici
Racconti, leggende Racconti, leggende
Archeologia Archeologia
Cartografia Cartografia
Poesia, Teatro Poesia, Teatro
Glossario Glossario
Dei Vicariati di Talmassia e Campolongo Dei Vicariati di Talmassia e Campolongo
Delibere di Giunta Delibere di Giunta
Siti web Siti web

Ultime dal muro...
muro Foto Tarmassia Calcio 1999-2000
di F.G. - 17:55 (09/01/2017)
Buonasera, sto cercando foto relative al Tarmassia calcio della stagione 1999-2000 o forse 1998-99. L'annata dei ragazzi era 1989 categoria pulcini. Sarei grato a chi me le inviasse. a: info@tarmassia.it Cordiali saluti.
muro wipiyior
di Johne52 - 09:55 (27/09/2016)
Wow! This could be one particular of the most useful blogs We've ever arrive across on this subject. Actually Excellent. I'm also an expert in this topic so I can understand your hard work. fegdbdagfdeb
muro SOS foto sagra
di Stefano - 22:09 (29/06/2016)
Stiamo cercando foto della sagra di Tarmassia (anni '60-'70-'80-'90) per una mostra a settembre. Saremo grati a chi ce le inviasse a: info@tarmassia.it. Grazie!
archivio storico Scrivi sul muro!
Utenti collegati
Stanno visitando il sito 75 utenti
tarmassia.it

1996 - Contributo alla storia del Menago - La bonifica

Pier Giovanni Tenchella


IL COMPIMENTO DELLA BONIFICA (omissis) Sempre nel disegno del Piazzola, e in quelli di Antonio Gornizai del 1735 e di Luigi Trezza del 1782, nel territorio di Bovolone notiamo "l'argene della Comunità", che convogliava, nel fiume Menago, le acque provenienti da Villafontana e Tarmassi. Ciò doveva servire ad aumentare la forza motrice dell'acqua necessaria al mulino, ma, d'altra parte, si provocavano allagamenti a monte dell'"argene". ...Il completamento dell'inalveazione del Menago e la rimozione degli argini che lo attraversavano, costituivano quindi i nodi cruciali della bonifica e il loro superamento necessitava di un intervento sistematico. ...L'8 giugno 1780, il Senato Veneto decretò "la riduzione in Consorzio di tutti gl'Interessari nelle Valli del Menago sotto la dipendenza del Magistrato Nostro". ... Il Bombieri, in stretta collaborazione con Anton Maria Lorgna, realizzò il progetto e il disegno relativo. Il Lorgna, da parte sua, il 28 aprile 1782, inviò una relazione alla magistratura dei Beni Inculti, nella quale dichiarava la sua completa approvazione riguardo alle soluzione indicate nel disegno del Bombieri. Nella relazione venivano presentati chiaramenti i punti essenziali del progetto di bonifica: "... Tre sono propriamente li corpi di terreno più, o meno aquidolo, che possono restituirsi a perfetta coltura in questa bonificazione, l'infrotuosità de quali dipende bensì da diverse cagioni, ma tutte efficaci egualmente nel tener obbligato il Terreno all'Acqua per difetto d'una conveniente scolatura. Il primo è superiore, che si offre da considerare da quello, che viene generato da due Menachi minori di Villafontana e Tarmasia, i quali essendo tenuti in collo dall'Argine della Comunità di Bovolone, onde esser portati al Molino spettante a quella comunità affogano una gran parte de fondi adiacenti necessariamente... Succede a questi Terreni un altro Corpo considerabile di Campagne, che se non possono dirsi intieramente impaludate, sono così infrigidite dalla soprabondanza di Acque, che le circondano, e stagnano per una gran parte dell'Anno nelle Fosse e Canali di Scolo, che divengono sterili, e di poco utile coltura a Proprietarj." In merito a questo punto, il Lorgna suggerisce di costruire un condotto per portare l'acqua del Menaghetto di Tarmassia, nel punto indicato dal Bombieri verso i fondi della famiglia Malaspina. (omissis) Il 7 ottobre 1782, dopo aver esaminato il disegno del Bombieri e la relazione dell'Ing. Anton Maria Lorgna, nonchè le osservazioni dei Nobili Signori Presidenti del Consorzio, la magistratura dei Beni Inculti stabilì dieci punti essenziali riguardanti: "il piano delle operazioni per la bonification delli Terreni soggetti ad esser daneggiati dal Fiume Menago" (Archivio storico Comune di Bovolone, Al Laudo, doc. 7 ottobre 1782, p. 23). Primo. Doveranno li Sigg. Coo: (Conti) Salvi levar il soprapassagio della loro seriola tanto al Menago, quanto al Menaghetto di Villa Fontana cagionanti arostamenti in que' Canali, e la faranno sottopassar al Menago a Villa Fontana dopo la loro bocchetta conducendola per quelle fosse che loro tornasse comodo". Secondo. Per facilitar lo Scolo alle Valli di Villa Fontana, e Campolongo ritardato dall'Argine di Bovolon, e dal suo alto ricapito, si separeranno le Acque del Menaghetto, ratificandolo per la Fossa esistente parallela al Menago dal di sopra il rilievo... salvi fin sotto al Molin Malmignati, onde conservarle per gli Edificj di Bovolon: l'Alveo poi attuale del Menaghetto liverato dalle sudette Acque, e ratificato nella Valle Malmignati detta delle Braghe, riceverà lo Scolo generale di tutta quella Conca di Valle, si sottopasserà lo Menaghetto di Tarmasia con un solo Ponte Canale, ed attraversato l'Argine di Bovolon sarà condotto per una linea, e Fossa esistente parallela al Menago fino a S. Pierino, dovi si scaricherà nel medesimo Fiumo ad uso del'inferiori Edificj, nel tempo, che non serva irrigazione si disporrà per quegli usi che saranno ritrovati convenienti ai compensi che fossero implorati". Terzo. Saranno demolite, e tolte assolutamente le due nocive intestadure sulla Fossa nuova e Dugalone che cagionano il ristagno a tutti i superiori alla strada del Molino di Bovolon." Quarto. Il Menaghetto basso di Tarmasia che si ratificherà nella volta Guglienfi, e Guarienti si unirà colle Acque degl'Edificj, salvi all'angolo dei Prati Fiorio, e si condurrà per Fossetta alta del Condotto Menera, attraversando il Prato Accordini ad incontrar a linea retta il suo attuale Alveo dietro all'Argine di Bovolon per indi scaricarsi in Menago, e ciò ad oggetto di presservar all'uso dei Molini anche le acque di questo influente". Quinto. Il Menaghetto alto di Tarmasia composto di due Dugali del Tormene, e di S.Giorgio separato dalle dette Acque basse per sempre sarà condotto per le Fossette nel mezzo de' Terreni alti di Taglialasino ad incontrar le Fosse dietro la strada la di sotto di Fiorio: si metterà nel Condotto Malaspina al Ponte del Matto in sostituzion delle distrate Roste." (Archivio Storico Comune di Bovolone, Al Laudo, doc. 7 ottobre 1782, pp. 23-27) (omissis)
Pier Giovanni Tenchella, "Contributo alla storia del Menago e del suo territorio", pagg. 146-147, Bovolone (VR), 1996.


Torna indietro

Copyright © 2002 Credits. Tutti i diritti sono riservati.