verona
giovedì, 23 novembre 2017
Cerca          cerca documenti
 OggiOggi  NotizieNotizie  StoriaStoria    Archivio Archivio  GRUPPO SPORTIVOGRUPPO SPORTIVO  FotoFoto  ChatChat  <font color=red>Caselle</font>Caselle
Archivio

Documenti Documenti
Manuale per la Chiesa di S.Giorgio martire di Tarmassia 1870 Manuale per la Chiesa di S.Giorgio martire di Tarmassia 1870
Visite pastorali Visite pastorali
Testamenti Testamenti
Archivio Parrocchiale Archivio Parrocchiale
Libri Libri
Giornali Giornali
Giornali 2 Giornali 2
Filastrocche Filastrocche
Cartografia 2 Cartografia 2
alberi genealogici alberi genealogici
Racconti, leggende Racconti, leggende
Archeologia Archeologia
Cartografia Cartografia
Poesia, Teatro Poesia, Teatro
Glossario Glossario
Dei Vicariati di Talmassia e Campolongo Dei Vicariati di Talmassia e Campolongo
Delibere di Giunta Delibere di Giunta
Siti web Siti web

Ultime dal muro...
muro Foto Tarmassia Calcio 1999-2000
di F.G. - 17:55 (09/01/2017)
Buonasera, sto cercando foto relative al Tarmassia calcio della stagione 1999-2000 o forse 1998-99. L'annata dei ragazzi era 1989 categoria pulcini. Sarei grato a chi me le inviasse. a: info@tarmassia.it Cordiali saluti.
muro wipiyior
di Johne52 - 09:55 (27/09/2016)
Wow! This could be one particular of the most useful blogs We've ever arrive across on this subject. Actually Excellent. I'm also an expert in this topic so I can understand your hard work. fegdbdagfdeb
muro SOS foto sagra
di Stefano - 22:09 (29/06/2016)
Stiamo cercando foto della sagra di Tarmassia (anni '60-'70-'80-'90) per una mostra a settembre. Saremo grati a chi ce le inviasse a: info@tarmassia.it. Grazie!
archivio storico Scrivi sul muro!
Utenti collegati
Stanno visitando il sito 42 utenti
tarmassia.it

Talamassia giurisdizione del Comune di Verona

1975 - Il territorio e i suoi problemi

Egidio Rossini


A p. 435 e seguenti si trova il seguente passo: Il colonnello della Zosana (Zevedana/Iebetana) confina a nord con la campagna veronese, a ovest con la Claudia Augusta e conseguentemente col colonnello del [p. 436] Tione; a est quasi interamente con l’Adige il cui corso anche nei secoli XIII e XIV, era assai bene curato a causa delle numerose attività di scambio, che si svolgevano sulle sue acque. L’Adige rappresentava indubbiamente la strada più sicura e più frequentata per raggiungere il Polesine prima, e Venezia poi. Nel colonnello della Zosana si svilupparono vaste imprese di colonizzazione agraria che furono attuate grazie alle iniziative di Guglielmo da Osa da Milano, ma allora questo territorio non poté essere interamente ridotto a coltura agraria, perché vi rimase un tratto di palude fra gli attuali centri di Arcole e di Belfiore. Nel settore a sud di questo distretto minore al di là della linea Villabartolomea, Casaleone, Roncanova troviamo invece le Valli Grandi Veronesi con vaste distese di boschi fluviali, di acquitrini, di paludi per le quali, se sempre fu presente la necessità di una radicale bonifica, questa si poté completare solo pochi decenni or sono. In questo caso fu necessario soprattutto sistemare il corso del Tartaro e di [p. 437] qualche fiume secondario come ad esempio il Menago, che non avevano letti stabiliti e dilagavano in una serie di rami difficili da contenere. In ogni caso non dobbiamo dimenticare che i livelli dei terreni non superano quasi mai, in questa area, i 12 metri sopra il livello del mare. Dalla Zosana, nei secoli XIII e XIV, si ricavava gran parte delle biade di cui poteva disporre il territorio veronese. Col termine biada non dobbiamo però intendere solo il frumento, ma anche altri cereali come ad esempio la segala, l’avena, il sorgo, il miglio, la spelta etc. L’alta e la media Zosana erano terre dunque assai ricche di acque anche sorgive e la pianura doveva essere cosparsa da numerose boscaglie che davano a quel paesaggio un aspetto assai gradevole, anche se non esente da malaria. Ora non possiamo spingerci oltre a queste fugaci e generiche considerazioni, perché manchiamo di analisi particolari di questo settore e i differenti contratti di queste zone giacciono ancora inesplorati nei differenti archivi veronesi. Nel 1184 abbiamo 22 centri di cui il Comune di Verona reclamava la giurisdizione, ma tra il 1184 e il 1396 se ne perdettero 3: Canova, Cervione, Tarmassia. Canova si può ubicare […]. Cervione è una località difficile da ubicarsi […]. Talamassia dovrebbe corrispondere all’attuale centro di Tarmassia, frazione del Comune di Isola della Scala. Nel 1396 ci troviamo di fronte ad una situazione assai evoluta, perché gli estimi prospettano 12 nuovi centri […]
fonte: Verona e il suo territorio, Verona, 1975, III, tomo 1, p. 349-449. A cura di Stefano Gobbi Un ringraziamento alla dott.ssa Chiara Contri


Torna indietro

Copyright © 2002 Credits. Tutti i diritti sono riservati.