verona
domenica, 19 novembre 2017
Cerca          cerca documenti
 OggiOggi  NotizieNotizie  StoriaStoria    Archivio Archivio  GRUPPO SPORTIVOGRUPPO SPORTIVO  FotoFoto  ChatChat  <font color=red>Caselle</font>Caselle
Archivio

Documenti Documenti
Manuale per la Chiesa di S.Giorgio martire di Tarmassia 1870 Manuale per la Chiesa di S.Giorgio martire di Tarmassia 1870
Visite pastorali Visite pastorali
Testamenti Testamenti
Archivio Parrocchiale Archivio Parrocchiale
Libri Libri
Giornali Giornali
Giornali 2 Giornali 2
Filastrocche Filastrocche
Cartografia 2 Cartografia 2
alberi genealogici alberi genealogici
Racconti, leggende Racconti, leggende
Archeologia Archeologia
Cartografia Cartografia
Poesia, Teatro Poesia, Teatro
Glossario Glossario
Dei Vicariati di Talmassia e Campolongo Dei Vicariati di Talmassia e Campolongo
Delibere di Giunta Delibere di Giunta
Siti web Siti web

Ultime dal muro...
muro Foto Tarmassia Calcio 1999-2000
di F.G. - 17:55 (09/01/2017)
Buonasera, sto cercando foto relative al Tarmassia calcio della stagione 1999-2000 o forse 1998-99. L'annata dei ragazzi era 1989 categoria pulcini. Sarei grato a chi me le inviasse. a: info@tarmassia.it Cordiali saluti.
muro wipiyior
di Johne52 - 09:55 (27/09/2016)
Wow! This could be one particular of the most useful blogs We've ever arrive across on this subject. Actually Excellent. I'm also an expert in this topic so I can understand your hard work. fegdbdagfdeb
muro SOS foto sagra
di Stefano - 22:09 (29/06/2016)
Stiamo cercando foto della sagra di Tarmassia (anni '60-'70-'80-'90) per una mostra a settembre. Saremo grati a chi ce le inviasse a: info@tarmassia.it. Grazie!
archivio storico Scrivi sul muro!
Utenti collegati
Stanno visitando il sito 14 utenti
tarmassia.it

«È incredibile. Un traguardo? Andare in panchina a San Siro». Dalla Nova Serenissima Bovolone alla Primavera dell'Inter

2003 ago 12 - Meggiorini e un sogno nerazzurro

Francesco Barana

2003 ago 12 - Meggiorini e un sogno nerazzurro

Non avrebbe mai immaginato un giorno che quella maglia, e quella squadra sarebbero state anche sue. Chiamalo se vuoi destino. Riccardo Meggiorini da cinque estati aveva un appuntamento fisso, andare a vedere i ritiri dell’Inter, insieme al gruppo di amici del bar di Tarmassia, suo paese natale. Si fermava qualche giorno ad ammirare le gesta dei Vieri, Recoba, Javier Zanetti, grandi giocatori, campioni affermati, coi quali adesso potrà allenarsi, sperando in futuro di poterci giocare assieme. Sì perché il non ancora diciottenne Meggiorini, attaccante e protagonista dell’ultimo campionato d’Eccellenza con la Nova Serenissima Bovolone di mister Testi, si appresta a vivere una nuova, esaltante avventura con la Primavera dell’Inter, allenata da Bernazzani, sognando di ripercorrere le orme di Pasquale, Beati e Martins, provenienti proprio dalla Primavera nerazzurra.
La società di via Durini l’ha voluto con decisione, dopo averlo visto giocare lo scorso aprile al Torneo di Fiuggi, dove Meggiorini con la maglia della Rappresentativa Veneta di Patrizio Minozzi, ha confermato le sue indubbie doti, segnando 6 gol. Per averlo l’Inter, ha mandato in avanscoperta un certo Beppe Baresi, responsabile del settore giovanile nerazzurro, che ha condotto la trattativa in prima persona, e si è accaparrato le prestazioni del ragazzo, battendo in tal senso la concorrenza di società come Chievo, Verona, Perugia e Mantova (che proponeva al giocatore la C2).
Meggiorini è partito il 31 luglio per Riscone di Brunico, con una valigia piena di sogni, e di raccomandazioni? quelle dei genitori che certo, sognano a loro volta, ma che da gente semplice e attaccata ai veri valori della vita, si preoccupano maggiormente dell'equilibrio del figlio, che ancora giovane va a vivere fuori di casa. Meggiorini, fino a un anno e mezzo fa giocava negli allievi della Nova Serenissima Bovolone, poi la grande stagione in Eccellenza, ora l’Inter?
«È tutto fantastico, non sembra neanche vero. È stato tutto tremendamente veloce, e anche insperato. Un anno fa di questi tempi ero gasato per essere stato aggregato alla prima squadra della Nova Serenissima Bovolone. Pensavo di disputare un campionato da riserva, invece gli undici gol, la conquista del posto da titolare, la convocazione nella Rappresentativa veneta di Minozzi, gli attestati di stima della gente e degli addetti ai lavori. Pensavo che già tutto questo fosse abbastanza, invece adesso se penso cosa mi aspetta, quasi non ci credo».
Quando è nato l’interessamento dell’Inter?
«Verso fine aprile, a Fiuggi, c’erano degli emissari della società nerazzurra che seguivano il Torneo nazionale, lì dopo avermi visto giocare, mi hanno avvicinato e mi hanno proposto di partecipare, con la loro formazione Beretti a un quadrangolare a Meda, vicino a Milano. Ci sono andato, e ho segnato due gol, così hanno deciso di acquistarmi».
Lei proviene da un campionato come l’Eccellenza. Pensa che questo le comporterà dei vantaggi, rispetto agli altri suoi compagni più abituati invece alla vita del settore giovanile?
«Mi aiuterà per certi versi, perché effettivamente sono già abituato al duro agonismo e alle pressioni di un campionato in cui c’è sempre il pericolo di retrocedere. Però io entro all’Inter in punta dei piedi, perché il settore giovanile di una società professionistica è una realtà diversa rispetto al dilettantismo. Nonostante questo credo di poter far bene, e di giocarmela alla pari con gli altri».
Cosa porta all’Inter del suo passato?
«Beh! La gioia degli amici, i festeggiamenti della gente del bar di Tarmassia, tutti interisti doc, ma soprattutto gli insegnamenti, e la parole di saluto e di incoraggiamento di mister Testi, a cui sono molto legato perché mi ha dato fiducia ed è stato il primo a credere in me. Se sono qui è anche merito suo».
Un giovane ragazzo nella sua situazione per forza di cose sogna, immagina grandi traguardi. Meggiorini cosa si aspetta, cosa sogna?
«Voglio conquistarmi il posto da titolare, segnare un po’ di gol, e magari fare almeno una panchina con la prima squadra, quello sarebbe il massimo. Immagino di entrare in un San Siro colmo di gente, e di sedermi in panchina vicino ai campioni, e a due passi da Cuper».



Torna indietro

Copyright © 2002 Credits. Tutti i diritti sono riservati.