verona
mercoledì, 22 novembre 2017
Cerca          cerca documenti
 OggiOggi  NotizieNotizie  StoriaStoria    Archivio Archivio  GRUPPO SPORTIVOGRUPPO SPORTIVO  FotoFoto  ChatChat  <font color=red>Caselle</font>Caselle
Archivio

Documenti Documenti
Manuale per la Chiesa di S.Giorgio martire di Tarmassia 1870 Manuale per la Chiesa di S.Giorgio martire di Tarmassia 1870
Visite pastorali Visite pastorali
Testamenti Testamenti
Archivio Parrocchiale Archivio Parrocchiale
Libri Libri
Giornali Giornali
Giornali 2 Giornali 2
Filastrocche Filastrocche
Cartografia 2 Cartografia 2
alberi genealogici alberi genealogici
Racconti, leggende Racconti, leggende
Archeologia Archeologia
Cartografia Cartografia
Poesia, Teatro Poesia, Teatro
Glossario Glossario
Dei Vicariati di Talmassia e Campolongo Dei Vicariati di Talmassia e Campolongo
Delibere di Giunta Delibere di Giunta
Siti web Siti web

Ultime dal muro...
muro Foto Tarmassia Calcio 1999-2000
di F.G. - 17:55 (09/01/2017)
Buonasera, sto cercando foto relative al Tarmassia calcio della stagione 1999-2000 o forse 1998-99. L'annata dei ragazzi era 1989 categoria pulcini. Sarei grato a chi me le inviasse. a: info@tarmassia.it Cordiali saluti.
muro wipiyior
di Johne52 - 09:55 (27/09/2016)
Wow! This could be one particular of the most useful blogs We've ever arrive across on this subject. Actually Excellent. I'm also an expert in this topic so I can understand your hard work. fegdbdagfdeb
muro SOS foto sagra
di Stefano - 22:09 (29/06/2016)
Stiamo cercando foto della sagra di Tarmassia (anni '60-'70-'80-'90) per una mostra a settembre. Saremo grati a chi ce le inviasse a: info@tarmassia.it. Grazie!
archivio storico Scrivi sul muro!
Utenti collegati
Stanno visitando il sito 64 utenti
tarmassia.it

L'inaugurazione dell'oratorio dopo i restauri

2002, ottobre 9 - Sant'Antonio torna a splendere

Mariella Falduto

2002, ottobre 9 - Sant'Antonio torna a splendere

«Siamo tornati come ai vecchi tempi». L'inaugurazione della chiesetta dedicata a Sant'Antonio ha riportato a Casalbergo molti dei vecchi abitanti che se n'erano andati negli anni Cinquanta. La cerimonia ha ridato vita all'antico oratorio sulle note musicali di un piccolo concerto per flauto e arpa eseguito da Sergio Munerato e Chiara Visentini. È stato come fare un salto indietro nel tempo di oltre mezzo secolo, quando la località era un borgo agricolo molto attivo abitato da una settantina di famiglie, e la chiesetta era, come dice Giorgio Piccolboni nel suo libro dedicato a Casalbergo, assieme all'osteria, alla corte padronale e alla scuola elementare, uno dei centri di aggregazione degli abitanti. «Un luogo di ricordi legati al passato», lo ha definito il sindaco Liana Montalto che ha tagliato il nastro inaugurale.
L'oratorio era stato fatto costruire dal nobile Alvise Peccana nel 1658, scrive Bruno Chiappa, e tre anni più tardi divenne cappellania, aveva cioè un sacerdote fisso che risiedeva nella casa adiacente, divenuta successivamente la casa del castaldo. Tutto il complesso era chiuso da decenni e in stato di abbandono; la sua facciata era stata utilizzata dai primi leghisti per le scritte «Lega nord» e «Bossi» e le sue stanze erano state occupate abusivamente dagli extracomunitari, per cui erano state murate porte e finestre.
«La chiesa era stata completamente spogliata, tutto quello che era rimovibile era stato portato via», dice Fiorenzo Meneghelli, l'architetto che ha curato il recupero. L'altare in marmo e la statua di Sant'Antonio, ridotti in pezzi, sono stati pazientemente ricomposti e rimessi al loro posto; sotto l'intonaco della facciata è stata trovata una meridiana con numerazione italica- sistema rimasto in uso fino alla fine del Settecento, spiega il progettista- per noi di difficile lettura perché la giornata aveva inizio con il tramonto del sole e quindi in momenti diversi a secondo delle stagioni.
«Con il restauro è stato recuperato l'elemento storico», continua Meneghelli, «e per le parti mancanti si è attuata una rielaborazione del modello storico (le vetrate sono un esempio, ndr). Il recupero fa riacquisatre a questi luoghi il significato che avevano perduto, evitando che sia solo un effetto di cosmesi».
La vecchia abitazione del cappellano sarà abitata da chi lavora nell' azienda agricola del proprietario, Romualdo Caifa. «Questo restauro», ha detto, «è un lavoro fatto soprattutto, e forse solo per chi, ha amato Casalbergo».



Mariella Falduto


Foto: Una scena dell'inaugurazione (Redazione di ToL)


Torna indietro

Copyright © 2002 Credits. Tutti i diritti sono riservati.